CALL FOR IDEAS 2017

Il lavoro di ristrutturazione parte da un coinvolgimento attivo della comunità: nell’estate del 2017 sono state attivate due call, chiedendo la partecipazione attiva di tutti i giovani che vivono nel territorio erbese.
Sono state presentate 515 idee, arrivate dai giovani dei 26 comuni del territorio. Il denominatore comune è sempre stato uno: la comunità!
Nel settembre del 2017 sono stati avviati i lavori di progettazione partecipata, dove 60 giovani sono stati coinvolti in uno studio di progettazione per elaborare proposte dedicate alla ristrutturazione della stazione di Erba. Questo lavoro è stato effettuato dai ragazzi accompagnati da un team di progettisti ed esperti del settore. Il lavoro è stato suddiviso in quattro fasi utili per la realizzazione di una bozza progettuale: dal brainstorming, alla riflessione, al disegno tecnico manuale fino ad arrivare alla versione digitale.

Alla fine del percorso sono state selezionate 3 proposte progettuali proposte progettuali su come andare a ristrutturare la stazione.
Passando per una votazione è stata poi scelta la proposta da presentare ai partner di progetto e alla Soprintendenza di Brera.
Per motivi burocratici indipendenti da #YOUTHLAB e dalla proposta progettuale i lavori sono rimasti bloccati da novembre 2017 a luglio 2018.
Nell’estate del 2018 avuta la conferma dalla Soprintendenza il progetto è stato poi  presentato il 20 luglio in comune a Erba e tra settembre e ottobre 2018 è stata indetta una gara tra imprese per definire quale sarebbe stata quella a cui #YOUTHLAB avrebbe affidato i lavori di ristrutturazione.

I GRUPPI DI LAVORO

Gli operatori di #YOUTHLAB insieme a 75 ragazzi divisi in piccoli gruppi e dislocati su tutto il territorio, hanno dato vita ad esperienze di empowerment per l’acquisizione di competenze utili, sia nel mondo del lavoro che in quello del volontariato.
Oggi ci sono 20 ragazzi, provenienti da tutto il territorio, impegnati nella creazione e costituzione dell’associazione che gestirà gli spazi multifunzionali della stazione di Erba.
L’associazione avrà come compito quello di aprire la stazione al territorio, allargare le esperienze e creare un polo centrale per la vita attiva di tutta la comunità.

All’interno della stazione sarà possibile frequentare corsi ludici o di formazione o sportivi, assistere concerti e eventi, affittare gli spazi multifunzionali, accedere al punto ristoro e molto altro.
Tutto questo è stato pensato e progettato sulla base delle idee dei giovani del territorio erbese, arrivate durante le call del 2017.
L’associazione di promozione sociale prenderà in carico la gestione della stazione e verrà seguita dagli operatori di progetto fino a marzo 2020.
I ragazzi stanno preparando una serie di attività da proporre alla comunità nei prossimi mesi, oltre ad organizzare l’evento di inaugurazione della Stazione che è previsto per la primavera del 2019.

LA RISTRUTTURAZIONE: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Il progetto di ristrutturazione prevede la destinazione di alcune aree del piano terra (50 mq) e del primo piano (150 mq) il cui utilizzo potrà variare in futuro in base alle necessità.
Al piano terra sorgerà (accanto all’attuale sala d’attesa di pertinenza di FERROVIENORD) una zona di accoglienza che sarà integrata con un’area espositiva dove si potranno realizzare mostre e temporary stand dedicati alle aziende locali oltre a uno spazio destinato a zona relax, ascolto musica, punto lettura o altro.
Al primo piano, raggiungibile tramite le scale interne o per le persone con disabilità tramite un montapersone esterno, sarà realizzata un’ ampia zona dotata di servizi.

In particolare sorgeranno due sale multifunzionali destinate ad attività sportive (ad esempio ginnastica dolce e/o yoga), corsi (teatro, fotografia, musica, disegno etc.), workshop (proposti da aziende, cittadini, esperti).
Sarà inoltre possibile realizzare nella sala più ampia piccoli concerti, conferenze, esposizioni etc. oltre alla presenza fissa di un punto di ristoro che sarà probabilmente gestito in collaborazione con una scuola alberghiera del territorio.
Tutte le idee e i contenuti proposti all’interno della stazione sono frutto della progettazione partecipata iniziata nel 2017. 

INIZIO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

Per motivi burocratici indipendenti da #YOUTHLAB i lavori di ristrutturazione della stazione di Erba hanno subito una battuta d’arresto tra ottobre 2017 e luglio 2018.
Il 20 luglio 2018 abbiamo ricevuto la conferma da parte delle istituzioni coinvolte nell’approvazione del progetto, che è stato poi presentato ufficialmente in consiglio comunale e a tutti i partner di #YOUTHLAB.
Tra luglio e ottobre 2018 si è passati alla fase di convocazione delle aziende tramite bando privato: la richiesta è stata accettata da tre aziende che nel mese di settembre hanno presentato un preventivo per i lavori di ristrutturazione.
Le proposte sono state valutate a ottobre 2018 da una commissione mista composta da: Lucia Villani, Project Manager progetto #YOUTHLAB, Michele Borzatta, Presidente di Consorzio Concerto (ente capofila di progetto), Bruno Rampoldi, Referente

Confcooperative Insubria, Francesca Frigerio, Presidente Consorzio Erbese, Mario Muscari, Consigliere Comunale di Erba, oltre alla presenza di due giovani del territorio erbese: Samuele Marelli e Laura Violante, entrambi coinvolti dai tempi della progettazione partecipata nel 2017 e attualmente attivi in progetti presentati nel territorio erbese.
Dopo un’attenta analisi e selezione, i lavori sono stati affidati all’azienda Edilronago Società Cooperativa, che si occuperà di realizzare il progetto.
Sabato 1 dicembre è stata indetta una conferenza stampa per presentare il progetto alla comunità e affidare alla ditta vincitrice del bando le chiavi del cantiere.

Il 1° dicembre 2018 sono iniziati ufficialmente i lavori di ristrutturazione della stazione di Erba, concessa a #YOUTHLAB in comodato d’uso gratuito da Ferroviernord, con l’obiettivo di riqualificare un luogo in stato di abbandono e degrado che diventerà il fulcro principale delle politiche giovanili del territorio erbese dove tutta la comunità, giovani e adulti, potrà dare voce e forma alle proprie idee.
L’impresa Edilronago, azienda incaricata della ristrutturazione, sotto la direzione lavori dei vari tecnici specialistici, ha predisposto la prima fase dei rinforzi strutturali, necessari a garantire alla struttura Stazione una nuova vita, con una destinazione ad uso pubblico. Dopo una prima fase in concomitanza con le aziende manutentrici di Ferrovienord, per le necessarie separazioni impiantistiche e la dismissione dei terminali ancora utilizzabili. 

È stato effettuato il primo rinforzo all’interno dei locali tecnologici, non in concessione, adiacenti all’area  ascensore.
Contemporaneamente è stata creata l’apertura per lo sbarco del futuro montapersone, che verrà utilizzata per il periodo dei lavori come area di carico e scarico per le demolizioni del piano primo.
Ad oggi si è provveduto a consolidare: l‘area destinata al punto di accoglienza, l’area destinata alla zona espositiva e temporary stand, entrambe al  piano terra. Dal punto di vista impiantistico sono già stati predisposti alcuni passaggi elettrici, mentre è stata verificata l’area dei tre futuri bagni.
Le prossime operazioni prevederanno il rinforzo strutturale nelle rimanenti aree del piano terra, così da procedere con l’edificazione delle nuove murature del piano primo.

CONTINUANO GLI AGGIORNAMENTI DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

Continuano i lavori di ristrutturazione della Stazione di Erba, nel mese di aprile sono state completate le opere di rinforzo strutturale, ciò ha comportato un prolungamento dei tempi di cantiere, che stanno volgendo al termine.
Il piano terra è in completamento con la posa del nuovo pavimento e la posa dell’ampio serramento previsto all’interno.
Questa settimana verranno terminate anche le opere riguardanti gli impianti termici e di climatizzazione.

A questi seguirà la conclusione dell’impianto elettrico, così da poter procedere con le cosiddette finiture: imbiancature, posa definitiva pavimenti in marmette del piano primo e serramenti. Contemporaneamente è in posa l’impianto monta persone, che è stato voluto per rendere completamente accessibile a chiunque la struttura stazione. Siamo in attesa dell’autorizzazione a procedere con il collaudo finale della struttura e si prevede una conclusione dei lavori, entro la metà di giugno.