Progetto Milhouse

Progetto Milhouse: facciamo rete contro i bulli è il progetto che #YOUTHLAB in rete con Istituti Primari e Secondari dell’erbese ha deciso di presentare per partecipare al Bando BULLOUT promosso da Regione Lombardia con la finalità di sensibilizzare e informare circa la pratica del Bullismo tra i minorenni.

Il Progetto prevede un percorso che intende realizzare attività di sensibilizzazione, informazione e formazione per portare giovani, docenti, genitori e rete familiare a conoscenza delle nuove forme di bullismo e cyberbullismo. Intendiamo anche favorire, grazie al coinvolgimento attivo dei partecipanti, lo sviluppo e il consolidamento di una policy di contrasto basata sul confronto tra pari e con il mondo adulto. Per questo realizzeremo programmi di sostegno a favore di minori vittime ed autori di atti di bullismo e di cyberbullismo attraverso il supporto di competenti figure professionali.
Il coinvolgimento, verrà fatto grazie al supporto di associazioni e istituzioni al fine di rendere i nostri utenti sempre più consapevoli di un utilizzo propositivo del web e delle opportunità insidie che esso offre per la vita personale e sociale; diventare responsabili delle proprie emozioni, del proprio comportamento e dell’altrui emotività; essere padroni del proprio corpo, della frustrazione, della paura, della sconfitta e dell’umiliazione; diventare promotori di una cultura del rispetto dell’altro e delle diversità.

Gli Istituti scolastici che hanno aderito al progetto sono: Istituto Comprensivo Statale G.Puecher, Istituto San Vincenzo di Erba, Istituto Statale di Istruzione Superiore G.D. Romagnosi, Liceo Statale Carlo Porta, CFP Erba Padre Monti Impresa Sociale Srl, per un totale di 1.500 studenti coinvolti.

Nel mese di febbraio 2019 sono già iniziate alcune delle attività previste e stiamo riscontrando un grande interesse sia da parte degli studenti che da parte della comunità scolastica e famigliare.
Le azioni previste dal progetto si basano sulla conoscenza e diffusione del sexting, un’applicazione tramite un laboratorio teatrale, attività di peer education, inoltre, verranno effettuati laboratori di educazione alle differenze, oltre all’applicazione del pugilato olimpico inteso come attività sportiva volta a prevenire e a contrastare le forme di bullismo e saranno attivi per tutti i partecipanti degli sportelli psicologici dedicati.

Vi terremo aggiornati sugli esiti del progetto e sulle attività che verranno implementate da marzo a giugno 2019.

Ti potrebbe anche interessare